LOFFREDI E DINTORNI

Vai ai contenuti

Menu principale:

BREVE BIOGRAFIA DI LUCIA FABI

Sono Lucia Fabi, nata a Giuliano di Roma il 20 aprile 1942. La mia vita è legata con quella di Angelino Loffredi, marito e compagno. Diplomata presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli e laureata in Pedagogia,ho insegnato nelle scuole medie inferiori e superiori della provincia di Frosinone. In tale periodo ho avviato alla pratica  sportiva migliaia di ragazze raggiungendo lusinghieri risultati anche a livello nazionale nella Pallamano e nella Ginnastica ritmica. Sempre nello stesso periodo ho collaborato nella ideazione e realizzazione di spettacoli musicali presso l’Istituto Tecnico Commerciale di Ceccano quali " Forza venite gente", " American dream", " Sixtis ". Ho ricoperto incarichi di responsabilità negli organi di rappresentanza della scuola ininterrottamente dal 1975 al 1992. Cofondatrice nel 1990 dell’Associazione Culturale Fabraterni ne sono stata Presidente dal 1996 al 2004. Nel corso degli anni ho collaborato con i periodici "Verso Il 2000","Il Fabraterno" e con altre  riviste specializzate in attività motorie.


luciafabi20@gmail.com

BREVE BIOGRAFIA DI ANGELINO LOFFREDI

Mi chiamo Angelino Loffredi. Sono nato a Ceccano il 2 luglio 1941. Coniugato con Lucia Fabi e padre di due figlie: Vanessa e Natalia. Ho studiato presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica de L’Aquila e ho insegnato presso le scuole medie inferiori e superiori della provincia di Frosinone. Ho fatto parte del PCI e ne sono stato dirigente provinciale e regionale fino al suo scioglimento. Sono stato consigliere provinciale dal 1970 al 1981, consigliere comunale dal 1970 al gennaio 1994  e sindaco di Ceccano dal 1981 al 1985.
Ho collaborato con "La Gazzetta ciociara", "Nuova Informazione", "Il Picchio"e "Il Fabraterno".  Ho fondato e diretto il periodico " Verso il 2000" dal 1988 al 2001.
Dal 2000 ho collaborato con il giornale elettronico edicolaciociara e  dal 2012  faccio parte della redazione di www.unoetre.it

loffrediangelino@gmail.com

 

FOTO DI CECCANO DAL 1965 AL 2019

 
2019

NOTA SETTIMANALE
Una tragedia dimenticata- parte seconda

Domenico Malizia, noto ristoratore di Ceccano ha commentato attraverso FaceBook, in modo asciutto ed essenziale la nota apparsa su unoetre.it e letta da più di cinquecento persone dal  il titolo  " Una tragedia dimenticata".In pochi giorni  abbiamo colto tanta sorpresa ed incredulità da parte di chi leggeva nel sapere che la morte di 5 persone in una fabbrica ove lavoravano circa 5 mila dipendenti i non abbia avuto la  dovuta attenzione e risonanza. E vero che nel ventennio le notizie tragiche venivano oscurate ma anche nel dopoguerra nessuna organizzazione politica o sindacale ha mai ricordato tale tragedia.
Domenico Malizia, forse involontariamente , dall’articolo ha avviato l’approfondimento, scrivendo :
" Anche mia madre lavorava lì dentro aveva ventidue anni e stava al reparto assiematura spolette ,pericolosissimo e spesso raccontava di questo incidente ma non si sapeva più di tanto tutto top secret "
Angelino Loffredi
Ceccano 12 Agosto 2019


Torna ai contenuti | Torna al menu